Libretto informativo Referendum 2020 sul taglio dei parlamentari

PREMESSA: fatti antecedenti e successivi alla redazione.
Prima di organizzare la redazione dell’ “Opuscolo informativo” (detto anche “libretto delle votazioni”, che potete scaricare da questa pagina), avevamo scritto ai parlamentari invitandoli ad organizzare l’esistenza del libretto in una forma “ufficiale”. Non avendo ricevuto risposte ci si è organizzati tra semplici cittadini di opinioni diverse per la redazione, in modo che questo importante strumento di informazione indispensabile all’uso corretto degli strumenti di democrazia diretta esistenti in Italia (come sono i referendum costituzionali) esistesse e fosse conosciuto. In seguito abbiamo potuto constatare, con piacere, che ci sono alcuni parlamentari sensibili la problema e favorevoli all’esistenza di questo strumento di informazione: L’On, Vittoria Baldino ci ha contattato per complimentarsi del lavoro fatto, esprimendo parere favorevole all’esistenza del “libretto”. Il testo è stato poi citato in una seduta della Camera l’11 giugno 2020 per iniziativa dell’ On. Riccardo Magi e l’Esecutivo ha risposto positivamente all’invito di fare conoscere il “libretto”.

(L’appello inviato ai parlamentari, ed il resoconto del successivo dibattito alla Camera potete leggerli qui:
https://www.piudemocraziaitalia.org/2020/01/30/richiesta-pubblicazione-libretto-informativo-sui-referendum-di-stato/ )

Abbiamo poi il piacere di informare che l’ opuscolo informativo per le consultazioni referendarie è già previsto dal Codice degli Enti locali del Trentino-Alto Adige e dalla legge provinciale sui referendum di Bolzano e questo dal 2014. Ma non solo: recentemente, il 22 luglio 2020, per iniziativa del consigliere Alex Marini, il Consiglio regionale del Trentino-Alto Adige/Sűdtirol a larghissima maggioranza ha chiesto formalmente a Governo e Parlamento di adoperarsi per predisporre un opuscolo informativo ufficiale in occasione dell’imminente referendum.
Raccomandiamo di leggere maggiori indicazioni in proposito, qui:

https://alexmarini.com/2020/07/23/opuscolo-informativo-da-abbinare-ai-referendum-il-consiglio-regionale-del-trentino-alto-adige-impegna-governo-e-parlamento-a-modificare-la-norma-statale

NOTA sulla redazione dell’opuscolo.
I testi presenti nel “Opuscolo informativo” sul Referendum sul taglio dei parlamentari sono stati redatti da semplici cittadini, attivisti di comitati a favore del SI e del NO, in cooperazione tra di loro ( in modo simile a quanto avviene nello stato USA dell’Oregon, dove i redattori vengono estratti a sorte tra i cittadini).
Infatti, nelle importanti occasioni come sono le votazioni popolari, occorre che
l’informazione dei cittadini sia all’altezza delle loro responsabilità e sia in grado di
mettere ciascuno nelle condizioni migliori in modo che possa fare la scelta più
intelligente per la collettività intera. L’informazione, quindi, deve essere al tempo
stesso sintetica ma completa, pluralista, accessibile a tutti. Non può essere “di
parte”, tanto meno può essere affidata ad entità a carattere commerciale (come lo
sono i media privati). Nei paesi dove gli strumenti di democrazia diretta, affiancati da
quelli di democrazia rappresentativa, sono presenti da più tempo e sono di uso più
frequente ( Svizzera … , California … ecc ecc), un documento come il presente esiste
e viene gratuitamente diffuso da enti pubblici agli elettori.
Per il bene del popolo italiano e della sua democrazia, i cittadini democratici e gli enti
che sostengono la diffusione di questo strumento di informazione esortano i
legislatori a fare in modo che un testo con queste caratteristiche venga redatto e reso
pubblico in ogni futura occasione.

SCARICA IL LIBRETTO:

Dopo avere scaricato il testo ( premere il pulsante “download”, qui sopra), potrete stampare il documento sia in formato normale (A4) come anche in formato libretto.
Raccomandiamo il formato libretto.

Ricordiamo che per stampare in formato libretto, di formato A5, occorre usare fogli normali, di formato A4, e selezionare la opzione “libretto” presente tra le opzioni di stampa.
Ogni libretto necessiterà di due fogli.

Al link di seguito riportato, potete leggere le varie modifiche per arrivare alla attuale versione.
https://www.piudemocraziaitalia.org/forum/topic/versione-attuale-del-libretto-sul-taglio/

Democrazia diretta in Svizzera

UNA TRADIZIONE CHE DURA DA 170 ANNI

Ho appena letto l’ultima pubblicazione di Thomas Benedikter per mezzo di Edizioni Sì.

Thomas Benedikter, Bolzano, economista e ricercatore sociale, pubblicista, attivo nella ricerca e consulenza politica e nell’educazione civica.
Dal 2013 responsabile del centro studi politici POLITiS.

Si tratta di un libro in formato A5 di un centinaio di pagine che tratta l’argomento in maniera completa.

Il formato, la scorrevolezza della lettura unita alla ricchezza di informazioni e riferimenti alla bibliografia ed agli approfondimenti disponibili sulla rete, sono essenziali per una informazione completa sull’argomento.

L’ultimo capitolo tratta di come la democrazia diretta è stata esportata nel mondo e come potrebbe essere importata nell’ordinamento italiano.
Sappiamo che questo processo è in corso, partendo dallo stato embrionale nella nostra costituzione, anche se i nostri concittadini ne sono inconsapevoli.

Questa lettura è consigliata per comprendere il possibile percorso essenzialmente formativo che permetterebbe al popolo italiano di essere veramente sovrano.

Il libro è corredato dagli scritti dei nostri amici Andi Gros e Leonello Zaquini.
= = =
Qui di seguito ci sono alcune testi il secondo dei quali, quello:

IL CAPPELLO SUL BASTONE

Tutto ebbe inizio da un cappello su un bastone”.

e’ il capitolo del libro “La democrazia diretta vista da vicino” inserto anche nel libro di Thomas

Lettura consigliata.

GOVERNI RAPPRESENTANTIVI E COLLEGIALI – Dibattito

Dibattito sul tema:
GOVERNI RAPPRESENTANTIVI E COLLEGIALI“.
Partecipanti: Andreas Gross, Claudio Micheloni.
Introduce e modera: Leonello Zaquini.

Il dibattito, di cui è qui disponibile la trascrizione in italiano, ha avuto luogo in lingua francese nella sede della Colonia Libera Italiana di Neuchâtel (associazione di emigrati italiani in Svizzera) il 7 giugno 2018 ed è stato promosso da Più Democrazia Italia.

Andreas Gross è stato per molti anni e diverse legislature parlamentare nazionale svizzero, è stato responsabile dei rappresentanti della Svizzera al Consiglio d’Europa, anima l’associazione “Atelier pour la democratie directe”.

Claudio Micheloni vive da che era bambino in Svizzera ( era un “bambino clandestino”) ed è stato per molti anni presidente della Federazione delle Colonie Libere Italiane.
E’ stato per molti anni e diverse legislature senatore della Repubblica Italiana, eletto nella circoscrizione estero nelle liste del PD. Si è dimesso dal PD soprattutto per le divergenze sul tema del referendum costituzionale.
Ha deciso di non ricandidarsi nella presente legislatura.

Le Colonie Libere Italiane sono una associazione politica a-partitica che si era espressa per il NO al referendum costituzionale.

INIZIATIVA LEGISLATIVA POPOLARE

Oggi 3 dicembre 2018, in diretta WEB TV dalle ore 15, è convocata la I COMMISSIONE (AFFARI COSTITUZIONALI, DELLA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO E INTERNI) allo scopo di approfondire gli argomenti su cui si basano le seguenti due iniziative legislative parlamentari. ( COMUNICATO STAMPA )

PROPOSTA DI LEGGE COSTITUZIONALE CECCANTI ed altri:  “Modifica dell’articolo 71 della Costituzione, concernente l’iniziativa delle leggi e l’introduzione del referendum propositivo” (726)
ITER  PDF

PROPOSTA DI LEGGE COSTITUZIONALE D’UVA ed altri: “Modifica all’articolo 71 della Costituzione in materia di iniziativa legislativa popolare” (1173)
ITER  PDF

A tale scopo la commissione ha chiesto il parere di una serie di costituzionalisti per mezzo di una audizione alla Camera,
trasmessa in WEB TV.   SOLO VIDEO

Audizioni nell’ambito dell’esame delle proposte di legge costituzionale C. 726 e C. 1173, recanti modifica all’articolo 71 della Costituzione in materia di iniziativa legislativa popolare.

Ore 15: Cesare Pinelli, Professore di diritto pubblico presso l’Università di Roma “La Sapienza” e componente della Commissione europea per la democrazia attraverso il diritto
Ore 15.30: Salvatore Bonfiglio, Professore di diritto costituzionale italiano e comparato presso l’Università “Roma Tre”
Ore 16: Elisabetta Palici di Suni, Professoressa di diritto pubblico comparato presso l’Università di Torino
Ore 16.30: Enrico Grosso, Professore di diritto costituzionale presso l’Università di Torino
Ore 17: Andrea Morrone, Professore di diritto costituzionale presso l’Università di Bologna
Ore 17.30: Andrea Pertici, Professore di diritto costituzionale presso l’Università di Pisa
Ore 18: Mauro Volpi, Professore di diritto costituzionale presso l’Università di Perugia

Buon ascolto.