Home Forums 10 – FARE il cambiamento Estendere il potere legislativo ai cittadini mediante revisione art.70 cost.

Visualizzazione 1 filone di risposte
  • Autore
    Post
    • #4060 Score: 0
      portavoce
      Amministratore del forum
      9 punti

      Estendere il potere legislativo ai cittadini mediante revisione art.70 cost.

       

      Stanza videoconferenza:

      https://meet.jit.si/piudemocraziaitalia_24

       

      ===

      Descrizione sintetica

      Art. 70 attuale: “La funzione legislativa è esercitata collettivamente dalle due Camere”.

       

      Proposta di modifica:

      “La funzione legislativa è esercitata dalle due Camere e anche dal popolo, purché si raggiunga un quorum di partecipazione, che sarà stabilito dalla legge.

      Quorum suggerito: l’1% degli aventi diritto”.

       

      Questa modifica serve a coinvolgere i cittadini nel potere legislativo. In pratica, 500 mila cittadini dovrebbero poter fare delle leggi, allo stesso modo del Parlamento.

       

      Presentazione

      In campo politico, decidere significa legiferare.

      L’attuale Costituzione riconosce il potere legislativo unicamente al Parlamento (art. 70).

      Il popolo non può legiferare. Può solo fare pressione sul Parlamento: la stessa cosa che fanno le lobby. E può farlo con vari strumenti riconosciuti dalla stessa Costituzione, tra cui:

      • Libertà di associazione (art. 18)
      • Libertà di pensiero (art. 21)
      • Libertà di voto (art. 48)
      • Libertà di associarsi in partiti (art. 49)
      • Libertà di rivolgere petizioni alle Camere (art. 50)
      • Libertà di indire referendum abrogativi (art. 75).

      Nessuno di questi strumenti implica un potere decisionale avente forza di legge. Stando alla Costituzione, i cittadini non possono legiferare, nemmeno se fossero uniti al 100%, perché il potere legislativo è riconosciuto in esclusiva al Parlamento. Di fatto, tutte le leggi passano attraverso il Parlamento. Anche quelle approvate per via referendaria.

      Ora, se è vero che “sovrano” è colui che fa le leggi, stando alla Costituzione, sovrano è il Parlamento, non il popolo. È il Parlamento che decide, non il popolo. Il popolo è sovrano solo nel senso che può scegliere le persone da mandare in Parlamento.

      Ebbene, se noi cittadini vogliamo poter partecipare all’attività legislativa, se vogliamo poter decidere, dobbiamo revisionare almeno l’art. 70. Finché rimarrà in essere questo articolo, non potremo decidere nulla.

      Il potere legislativo esteso ai cittadini è da ritenere propedeutico e preliminare per qualsiasi azione popolare finalizzata a produrre un cambiamento.

      In assenza di potere legislativo, tutte le azioni messe in atto dai cittadini rischiano di risolversi in un nulla di fatto, come la corsa del criceto sulla ruota.

       

      COME revisionare l’art. 70

      Ecco i passi da fare, nell’ordine:

      1. Prendere atto che: a) per fare qualunque cosa, bisogna avere il potere di fare quella cosa; b) noi cittadini non abbiamo alcun potere di fare delle cose aventi forza di legge; c) se vogliamo fare delle cose, dobbiamo prima conquistare il potere di farle.
      2. Prendere coscienza che, per conquistare il potere politico, dobbiamo intervenire sulla Costituzione, perché è proprio la Costituzione a escluderci da esso.
      3. Questa proposta di modifica dell’art. 70 serve a dare potere decisionale ai cittadini.
      4. Raccogliere adesioni.
      5. Al raggiungimento di un certo numero di adesioni (10 mila?), fondare un partito di scopo, allo scopo di conquistare la maggioranza nel paese e attuare la proposta.

      Proponente Pietro Muni

      • Questo topic è stato modificato 1 mese, 2 settimane fa da portavoce.
      • Questo topic è stato modificato 1 settimana, 6 giorni fa da portavoce. Motivo: link videoconferenza
    • #4237 Score: 0
      Leonello Zaquini
      Moderatore
      62 punti

      Ringrazio Pietro Muni per la proposta.

      Ho due commenti al testo che ne descrive il contenuto:

      1) La modifica della frase nella Costituzione pare  opportuna, e di certo il potere legislativo dei cittadini va potenziato ( come anche indicano altri punti, qui elencati), non mi pare pero’ completamento corretto l’affermare al tempo stesso:
      “….

      • Libertà di indire referendum abrogativi (art. 75).

      Nessuno di questi strumenti implica un potere decisionale avente forza di legge … ”

      La votazione popolare a seguito di una referendum abrogativo ( o anche di ratifica) ha potere legislativo.

      2) suggersico di restringere il testo adegandolo ( anche se approssimativamente) al numero dei caratteri.
      Di certo poi ci sara’ piu’ spazio in un testo piu’ dettagliato, che seguira’ il testo sintetico.

Visualizzazione 1 filone di risposte
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.