Reclamo-Protesta contro il “Rosatellum”

Comunicati – Reclamo-Protesta contro il “Rosatellum” (07/10/2022)

Care amiche e cari amici,

il 25 settembre 2022 migliaia di elettrici ed elettori hanno presentato un Reclamo-Protesta contro la vigente legge elettorale, come confermato dalle numerose vostre comunicazioni di adesione alla protesta che ci avete inviato, cosa della quale vi ringraziamo perché ci aiuta a dare slancio al nostro continuo impegno per giungere a una nuova legge elettorale rispettosa dei principi costituzionali.

Il “Rosatellum” infatti, non solo presenta molteplici aspetti d’incostituzionalità: l’impossibilità di scegliere i candidati tra le liste bloccate decise dai partiti; l’assenza di voto disgiunto che lega obbligatoriamente il candidato uninominale alle liste coalizzate; la disuguaglianza di numero di seggi tra territori a parità di popolazione; la discriminazione tra minoranze linguistiche, alcune tutelate e altre no, ma rende contorta la sua applicazione tanto che a quasi due settimane dal voto non sono ancora stati proclamati la maggioranza degli eletti.

Tutte queste anomalie hanno reso il voto indiretto, non libero, impersonale e non eguale, producendo un Parlamento di nominati cui manca il sostegno personale e diretto del corpo elettorale. Ciò ferisce la logica della rappresentanza consegnata dalla Costituzione (Corte Costituzionale sentenza n. 1/2014).

La protesta contro il Rosatellum ha avuto una sorprendente adesione a livello nazionale, ne hanno parlato alcuni periodici, radio e tv locali. In alcune località ha raggiunto punte particolarmente alte, come nella provincia di Bari con oltre mille reclami e nel Comune di Ostana (Piemonte), una piccola comunità di lingua occitana, in cui il 57% degli elettori hanno presentato il reclamo ai seggi (gli occitani delle valli piemontesi, come gli albanesi di Calabria e i grecanici del Salento sono stati discriminati rispetto alla minoranza di lingua tedesca).

Questa diffusa protesta civica di migliaia di cittadine e cittadini, sostiene i ricorsi giudiziari presentati in diversi tribunali e intende sollecitare le Giunte delle Elezioni di Camera e Senato a trasmettere i reclami alla Corte costituzionale, affinchévaluti i profili d’incostituzionalitàdel Rosatellum.

La protesta può continuare: sono in preparazione nuovi ricorsi contro la convalida degli eletti che ogni elettore potrà inviare alle Giunte delle Elezioni entro 20 giorni dalla loro proclamazione (presumibilmente entro il 20 ottobre).

Ci rivolgiamo a tutte e tutti, ma in particolare a chi ha presentato il Reclamo al seggio e intende proseguire l’impegno civile per il ripristino del diritto costituzionale di scegliere i propri rappresentanti con un voto libero, personale, uguale e diretto.

A breve seguiranno indicazioni, modulistica e istruzioni per la nuova fase di ricorsi.

Un saluto cordiale a tutte e tutti voi

Coordinamento per la Rappresentanza (e contro il Rosatellum)

Ricorsi contro la legge elettorali alle Giunte Elettorali di Camera e Senato senza avvocati

QR Code Ricorsi Giunte Elettorali Camera e Senato
QR Code Ricorsi Giunte Elettorali Camera e Senato

NO alla cancellazione della democrazia diretta, il referendum del 29 maggio in provincia di Bolzano

Il 29 maggio prossimo (2022) si terra’ in Trentino Alto Adige ( Süd Tirol), un referendum importante per tutta l’Italia.

In ultra sintesi: nel 2018 si era riusciti con una nuova legge ad introdurre importanti strumenti di democrazia diretta, tra i quali il “referendum confermativo” , che dà ai cittadini la possibilità di votare per decidere se una delibera o legge approvata dal Consiglio provinciale debba entrare in vigore o meno. Lo strumento elimina il monopolio del potere legislativo (che sta tanto a cuore ai politici-di-mestiere ed alle loro lobby: poverette se la devono vedere con i cittadini e non basta loro comperarsi i favori dei capi-di-partito). La maggioranza di governo provinciale di SVP, Lega e Forza Italia, hanno varato nel giugno 2021 una legge che prevede niente meno che l’abolizione di questo strumento ma anche alcune altre gravi modifiche (p.e. eliminerebbe la imparzialità della redazione per l’opuscolo referendario passandola alla Presidenza del Consiglio) che rafforzerebbero la “centralità” dei politici in altri strumenti di democrazia.

Pensiamo ed invitiamo tutti a mobilitarci per sostenere il NO al referendum.

In base ai regolamenti e leggi provinciali secondo una delibera del Consiglio provinciale e’ stata anche introdotta la redazione del “libretto delle votazioni”. Suggeriamo di impegnarci tutti a conoscere e fare conoscere lo strumento al maggior numero di italiani, come abbiamo fatto nel 2020 con il libretto sul referendum di quell’anno e come stiamo facendo adesso con il libretto per il referendum sui temi della giustizia.

Qui di seguito il link al libretto per il referendum del 29 Maggio della provincia di Bolzano. Da notare che e’ scritto in tre lingue dato che le lingue della provincia sono tre, l’italiano inizia a pag 8. Da notare anche che la parte che invita a sostenere con il Sì lo intitolano come ” progetto della democrazia diretta”. Il cosi’ detto “progetto della democrazia diretta” della SVP per trent’anni consiste in nient’altro che nell’impedire il funzionamento della democrazia diretta, a livello provinciale come a quello comunale. E però la loro battaglia la fanno all’insegna della democrazia diretta, sapendo che i cittadini la approvano e la sostengono.

https://referendumprovinciale.provincia.bz.it/downloads/informationsbroschuere-opuscolo-informativo_2022-05.pdfreferendumprovinciale.provincia.bz.it/downloads/informationsbroschuere-opuscolo-informativo_2022-05.pdf

Vi passiamo anche il link alla pagina web sul referendum nel sito di : Iniziativa Per Più Democrazia, di Bolzano.

https://www.dirdemdi.org/index.php/it/attivita/referendum-salva-il-referendum

https://www.dirdemdi.org/index.php/it/attivita/referendum-salva-il-referendum

vedi anche il raffronto tra regolamento del referendum in Svizzera e in Alto Adige

DIFESA DEI DIRITTI COSTITUZIONALI DEI LEVICENSI

DIFESA DEI DIRITTI COSTITUZIONALI DEI LEVICENSI sostenuta da Mauro Direno

In questa pagina mettiamo l’appello di Mauro Direno, che si è battuto per i diritti costituzionali dei cittadini della sua città.

il suo appello:

Vi chiedo gentilmente aiuto e di fare una donazione o di condividere la raccolta fondi su GoFundMe,

per la DIFESA DEI DIRITTI COSTITUZIONALI DEI LEVICENSI.

Purtroppo per noi amanti della democrazia e della costituzione fanno giurisprudenza , una sconfitta per la democrazia.
Se conoscete giornalisti o politici fategli arrivare i documenti e metteteli in contatto con me.

le sentenze

sentenza_23_2021_CdA_Trento

sentenza_476_2020_comitato_vs_comune_di_levico_terme

Riunione gruppi del 6 novembre 2021

Riunione Gruppi: FARE il cambiamento

I prossimi temi degli incontri per FARE il Cambiamento saranno: 

22– Governi collegiali e rappresentativi
23– Potenziare gli strumenti degli organi di garanzia
24– Estendere il potere legislativo ai cittadini mediante revisione art. 70 cost.


I 27 temi: https://www.piudemocraziaitalia.org/articoli/fare-il-cambiamento/


DATA INCONTRO:  SABATO  06/11/2021, su piattaforma on-line,
a partire dalle ore 14.00 (chiusura prevista: ore 17.00),
all’indirizzo: https://meet.jit.si/piudemocraziaitalia

Per collegarsi alla conferenza in modo attivo, occorre un browser recente ed aggiornato se si usa un Computer.

Da Telefono o Tablet, con la APP Jitsi Meet che è scaricabile:
da Google Store: https://play.google.com/store/apps/details?id=org.jitsi.meet
da Apple Store: https://apps.apple.com/us/app/jitsi-meet/id1165103905

– Il punto 22  I governi collegiali sono quelli nei quali sono presenti rappresentanti di tutte le forze politiche presenti nel Parlamento. Anche l’esecutivo risulta quindi rappresentativo degli elettori. Si cancella la contrapposizione tra maggioranza e l’ «opposizione» che si oppone a prescindere. Leggi e delibere vengono votate o approvate solo in base al loro contenuto.

– Il punto 23   Consiste nel potenziare le  figure di garanzie dei diritti fondamentali quali il Difensore Civico, il Garante dei diritti dei detenuti, il Garante dei diritti dei minori, le Commissioni per le pari opportunità, il Comitato per la garanzia delle comunicazioni, etc.
Tutte queste figure non sono sufficientemente valorizzate in termini di visibilità, accessibilità, dotazione di risorse, autonomia d’azione e funzioni sanzionatorie di fronti a fatti palesemente illegittimi o a casi di “maladministration”.
In generale mancano gli strumenti per assicurare la salvaguardia dello stato di diritto e i principi fondamentali dell’ordinamento democratico.

– Il punto 24  Consiste nel coinvolgere maggiormente i cittadini nel processo legislativo.
Nelle precedenti conferenze si è arrivati a capire che non serve , forse, modificare l’art. 70, visto che l’art., 71 recita:
“L’iniziativa delle leggi appartiene al Governo [cfr. art. 87 c. 4], a ciascun membro delle Camere ed agli organi ed enti ai quali sia conferita da legge costituzionale [cfr. artt. 99 c. 3, 121 c. 2].
Il popolo esercita l’iniziativa delle leggi, mediante la proposta, da parte di almeno cinquantamila elettori, di un progetto redatto in articoli.”

Quindi si parla di LIP.

Parliamone assieme.

Incontro successivo 20/11/2021

25– Strumenti di estrazione a sorte (parlamentare ed altro)
26– Sistema del VOTO DUALE (studio dell’applicazione)
27– Introduzione strumento revoca del mandato (Recall)

Come sempre, cercheremo di fare il punto della situazione per aprire la discussione su “come attuarle il cambiamento”, viste anche le recenti modifiche
e attuazioni di alcuni dei 27 punti che sosteniamo.

Vi ricordiamo e invitiamo a dare il vostro contributo su questi temi ed a tutti gli altri, scrivendo sul forum o inviandoci via mail le vostre proposte o negli incontri in video conferenza, in modo da sviluppare gli abstract per concretizzarli, per arrivare ad un documento più programmatico e approfondimenti pratici sul come “FARE” ad attuare il tema. La chiave di questi incontri è il “FARE”, individuare i modi per “FARE”.

Anche inviando ad altri l’invito dell’incontro. Più confronto c’è, più idee verranno proposte.

Abbiamo presentato la raccolta degli abstract dei 27 temi (vedi allegato).
I temi sono stati raggruppati per categorie ed  all’interno una descrizione del lavoro svolto, con il contributo di molti di voi.
Abbiamo concretizzato parte del lavoro, con descrizioni che ci aiutano a mantenere la strada o per creare nuovi percorsi.

Questi incontri ci auguriamo siano di collaborazione con tutti voi, per costruire, tutti assieme, l’autostrada che ci porta verso l’attuazione della Democrazia. Le corsie sono i temi che ci uniscono per formare questa autostrada che percorreremo tutti assieme in collaborazione unendo le forze, sostenendoci ed aiutandoci reciprocamente, colmando quei vuoti del sapere che servono per attuare il Cambiamento.

Un tema importante è il REFERENDUM PROPOSITIVO, che  permetterebbe ai cittadini di poter fare proposte più dirette delle Leggi di Iniziativa Popolare (LIP), perché non deve aspettare che il parlamento le metta in calendario ( vi rammento che dal 1970 ad oggi, sono state presentate 262 LIP, e solo 130 trattate e solo 3 sono diventate operative, oltre al fatto che al senato, l’art.74 del regolamento, dichiara che una  LIP deve essere assegnata entro un mese e discussa entro 3 mesi, altrimenti va direttamente in calendario), ma andrebbe direttamente al voto popolare, sperando anche nel libretto informativo, essendo il quorum di partecipazione al  25% e quello di approvazione del 12,5% circa (dei SI), quindi eviterebbe astensionismo come spesso viene promosso invitando i cittadini ad andare al mare o fare altro, non facendo esprimere così la popolazione. Referendum Propositivo nel FORUM.

Alcuni in questi mesi sono diventai realtà, vedi  “la firma digitale” che è stata accolta dal parlamento in modo anticipato, e ci sono già diverse raccolte firme digitali in attesa della modifica legata alla raccolta firme cartacea, in virtù della condanna ONU all’Italia: in tal senso sono già attive delle iniziative a sostegno di un’accelerazione di tale procedura di cambiamento da parte del Governo previste per il 2022 (almeno per la parte della raccolta digitale).

Supporto al Comitato per la rappresentanza parlamentare: Basta leggi elettorali incostituzionali

https://referendum.eutanasialegale.it/firma-digitale/
https://www.wired.it/attualita/politica/2021/09/14/referendum-firma-digitale-eutanasia-cannabis-italia/?refresh_ce=
https://www.repubblica.it/cronaca/2021/09/12/news/referendum_cannabis_raccolte_100mila_firme_in_24_ore-317513224/

Nella nostra pagina su YouTube potete visualizzare tutti gli incontri che abbiamo fatto e faremo, sui vari temi:

https://www.youtube.com/channel/UCKON9mKcKU2cGJTJl2IDk3Q

Come sapete, i temi sono stati tutti inseriti nel  FORUM , così da poter continuare con commenti e per dipanare la matassa intricata.

Quindi, ecco un calendario completo:

Raggruppamento per date mensili:

TEMIDATE Set.DATE Mensile
1– Preferenze nella legge elettorale30/01/21
2– Semplificazione raccolta firme (denuncia ONU)30/01/21
3– Legge sul conflitto di interesse30/01/21
4– Informazione libera ed indipendente come servizio pubblico06/03/21
5– Educazione civica alla democrazia ed alla partecipazione06/03/21
6– Referendum propositivo (da fare ripartire l’iter)06/03/21
7– Referendum obbligatorio10/04/21
8– Inserire strumenti partecipativi negli statuti comunali10/04/21
9– Strumenti di informazione ai cittadini nei processi decisionali (Libretto informativo etc..)”10/04/21
10– Quorum zero o limitato per le votazioni popolari17/04/2115/05/21
11– Sistema Elettorale Proporzionale24/04/2115/05/21
12– Assicurare l’Iter parlamentare delle LIP (Leggi Iniziativa Popolare)08/05/2115/05/21
13– Implementazione di strumenti di democrazia partecipativa29/05/2118/09/21
14– Federalismo29/05/2118/09/21
15– Regolamentazione democratica negli statuti dei partiti05/06/2118/09/21
16– Assemblee dei cittadini05/06/2109/10/21
17– Preferenze anche disgiunte04/09/2109/10/21
18– Attuazione delle norme in materia di trasparenza04/09/2109/10/21
19– Sfiducia Costruttiva25/09/2123/10/21
20– Primarie aperte25/09/2123/10/21
21– Verifica di legittimità costituzionale sulle leggi elettorali29/05/2123/10/21
22– Governi collegiali e rappresentativi05/06/2106/11/21
23– Potenziare gli strumenti degli organi di garanzia25/09/2106/11/21
24– Estendere il potere legislativo ai cittadini mediante revisione art. 70 cost.08/05/2106/11/21
25– Strumenti di estrazione a sorte (parlamentare ed altro)04/09/2120/11/21
26– Sistema del VOTO DUALE (studio dell’applicazione)17/04/2120/11/21
27– Introduzione strumento revoca del mandato (Recall)24/04/2120/11/21