Venezia compie 1600 anni, La fondazione è indicata al 25 marzo 421 d.c.

Venezia è una città fondamentale per la storia del pianeta intero e la democrazia. Purtroppo quella storia è poco conosciuta anche dagli italiani. Per conoscere la storia di Venezia ho dovuto leggere il libro di uno storico inglese: F.C. Lane.

Venezia integrava molte delle pratiche democratiche della tradizione della Roma repubblicana (SPQR, significa: il Senato ed il Popolo romano. Vale a dire ogni legge, per entrare in vigore, doveva essere votata dal Senato e poi ratificata dai cittadini. Come un “Referendum obbligatorio” per tutte le leggi).
Oltre a quelle a Venezia erano state integrate altre regole sia di democrazia diretta come anche procedure molto interessanti per l’elezione del Doge: l’elezione era studiata per contrastare le lobby ed implicava diversi meccanismi di estrazione a sorte … povere lobby … .

Certo poi nei secoli le fasi democratiche subirono alti e bassi. Ma pochi sanno che i costituenti americani (Jefferson , Thomas Moore, Benjamin Franklin … ) vennero in visita a Venezia nel 1786 per studiare il sistema legislativo in vigore nella “Serenissima” da più di un millennio.

A Verona, ( città che venne poi ad esser governata da Venezia) in piazza delle Erbe, ancora oggi è possibile vedere la “Campana dell’Agorà“: la campana che suonava per chiamare i cittadini all’assemblea legislativa delle città: l’equivalente della Landsgemeinde ancora oggi esistente in qualche cantone svizzero.

Queste assemblee-legislative cittadine gli svizzeri le introdussero a partire dai primi decenni del 1200. E’ probabile che le avessero copiate dai comuni del nord Italia ed in particolare a Venezia, dove erano in vigore già da quasi mille anni ( e spesso finivano con l’essere cancellate nelle città e comuni italiani, nel 1300).

Insomma, Venezia è una delle nostre glorie ed un esempio di civiltà per il mondo intero.

Leonello Zaquini