Il sondaggio tratto dai candidati alle elezioni politiche 2018 è terminato.

Possiamo affermare che la cosa pubblica va trattata come un’insieme bilanciato di struttura territoriale stratificata a partire dai comuni che a tutti i livelli comprende organi legislativi, di governo ed amministrativi che dipendono dalla popolazione residente.

La popolazione residente è l’organo sovrano e non deve essere interpellata solamente per l’elezione degli organi legislativi ed in qualche caso di governo.

La necessità di rinforzare l’interessamento dei cittadini per la cosa pubblica, aumentandone il senso di responsabilità e di appartenenza, passa per la partecipazione attiva e per una serie di attività di democrazia diretta che restano di competenza dei cittadini residenti almeno in ultima istanza.

Se volete potete dire la vostra per poi confrontare le vostre idee con quelle dei candidati che hanno già risposto prima delle elezioni politiche 2018.

1. Cosa ne pensa dello stato di implementazione degli strumenti di Democrazia Diretta esistente oggi in Italia ?
Andrebbero rafforzatiVanno bene così come sonoAndrebbero limitati

2. È a conoscenza di proposte di legge riguardanti la Democrazia Diretta, sia di iniziativa parlamentare che popolare, depositate in parlamento negli anni passati e nel caso che cosa ne pensa ?
No

3. Cosa ne pensa dello strumento di democrazia diretta consistente nell’indire un “referendum obbligatorio” per legge nel casi di:
a) leggi di modifica costituzionale;
FavorevoleContrarioDa approfondire
b) leggi elettorali;
FavorevoleContrarioDa approfondire
c) ratifica di trattati internazionali;
FavorevoleContrarioDa approfondire
d) leggi che concernono direttamente i legislatori;
FavorevoleContrarioDa approfondire
e) leggi che concernano spese oltre una determinata cifra
FavorevoleContrarioDa approfondire
oppure a debito.
FavorevoleContrarioDa approfondire

4. Quale è la sua opinione in merito alla opportunità di fissare un termine di tempo entro il quale le leggi di iniziativa popolare a voto consigliare vengano discusse e votate in parlamento ed oltre il termine tali leggi passerebbero al voto popolare.
FavorevoleContrario

5. Ci illustri le sue intenzioni riguardo al rafforzamento del sistema democratico in Italia.

Informazioni di contatto

(i seguenti contatti non saranno pubblicati)