Taggato: 

Visualizzazione 1 filone di risposte
  • Autore
    Post
    • #6832 Score: 1
      Leonello Zaquini
      Moderatore
      107 punti

      NOSTRI OBBIETTIVI

      Vogliamo più democrazia in Italia, come anche in Europa e nel mondo.
      Quindi in Italia vogliamo:
      – LIBERE PREFERENZE NELLE LEGGI ELETTORALI

      LA LEGGE SUL CONFLITTO DI INTERESSI
      Aggiornare e rafforzare il DPR n° 361 del 30 marzo 1957 che dichiara ineleggibili rappresentanti di ditte beneficiarie di concessioni di stato (art.10).
      La norma risultò
      di fatto aggirabile.

      Vogliamo rafforzare e migliorare gli strumenti già esistenti di democrazia diretta:
      LE LEGGI DI INIZIATIVA POPOLARE (a voto parlamentare, LIP”, 50’000 firme) devono essere discusse e votate dal Parlamento in tempi certi.

      IL “LIBRETTO INFORMATIVO” deve accompagnare ogni votazione popolare con gli argomenti per il Si e per il No, come SERVIZIO PUBBLICO DI INFORMAZIONE.
      Occorre creare una Commissione apposita
      come avviene in molti altri paesi che prevedono votazioni popolari per atti legislativi ( Svizzera, California … ecc).

      Vogliamo introdurre gli strumenti di democrazia diretta mancanti:
      IL REFERENDUM OBBLIGATORIO
      ( senza raccolta di firme)
      per le leggi che concernono i legislatori ( Leggi elettorali, modifiche costituzionali … ecc.).

      IL REFERENDUM PROPOSITIVO o “Legge di iniziativa popolare a voto popolare” (500’000 firme, DDL S 1089), approvato alla camera nel 2019, deve proseguire il suo iter legislativo.

      TUTTE LE VOTAZIONI POPOLARI
      A QUORUM ZERO O LIMITATO

      Vogliamo:INFORMAZIONE LIBERA ED INDIPENDENTE
      Ed anche: STRUMENTI DI DEMOCRAZIA PARTECIPATIVA, ASSEMBLEE CITTADINE…ecc, come le VIA e le VAS italiane o i “débat public” francesi. Sono soprattutto strumenti di informazione e dialogo ma riteniamo che debbano concludersi con proposte anche vincolanti o facilitare l’attivazione di strumenti di democrazia diretta e quindi indire votazioni popolari.
      SISTEMA SCOLASTICO CHE PREPARI ALLA
      DEMOCRAZIA
      Educazione Civica alla democrazia ed alla partecipazione
      Ci proponiamo di : UNIRE I DIVERSI GRUPPI DI ATTIVISTI PER LA DEMOCRAZIA ED AIUTARLI A COOPERARE.
      = = =
      La democrazia solo rappresentativa, se non affiancata da strumenti di democrazia diretta, degenera sistematicamente nel partitismo in virtù del quale i rappresentanti non rappresentano più i cittadini ma i partiti e le loro lobby. Il “premierato” ne è una manifestazione e rafforza questa degenerazione.
      0 0 0

      Il documento “fare il cambiamento” redatto con l’aiuto di molti attivisti della democrazia descrive sinteticamente questi e diversi altri punti. La democrazia è un sistema complesso e non è possibile migliorarla con un solo provvedimento

      salvifico” anche se incisivo

      O O O

      Con l’aiuto di molti gruppi di attivisti per la democrazia abbiamo raccolto una lista di “Punti per fare il cambiamento” ed abbiamo redatto dei “libretti per le votazioni” (redatti con la cooperazione dei comitati per il Si e per il No, strumenti indispensabili per l’informazione in occasione di votazioni popolari).
      In cooperazione con i diversi gruppi vogliamo: estendere la lista e realizzare i punti.

      O O O

      Qui il link ai punti per “Fare il cambiamento” raccolti fino ad oggi:
      https://www.piudemocraziaitalia.org/wp-content/uploads/2021/04/FareIlCambiamento-27punti-v8.pdf

      Qui il link al “Libretto per le votazioni” discusso anche in Parlamento:
      https://www.piudemocraziaitalia.org/wp-content/uploads/2020/07/Libretto_Informativo_referendum_2020_taglio.pdf


      A
      DERISCI E COLLABORA:
      https://www.piudemocraziaitalia.org/membership-join/

    • #6883 Score: 0
      portavoce
      Amministratore del forum
      17 punti

      Ecco la mia proposta di modifica del volantino OBBIETTIVI

       

      I NOSTRI
      OBBIETTIVI

      Vogliamo più Democrazia in Italia, come anche in Europa e nel mondo.
      Quindi in Italia vogliamo:
      – LIBERE PREFERENZE NELLE LEGGI ELETTORALI

      LA LEGGE SUL CONFLITTO DI INTERESSI
      Aggiornare e rafforzare il DPR n° 361 del 30 marzo 1957 che dichiara ineleggibili rappresentanti di ditte beneficiarie di concessioni di stato (art.10).
      La norma risultò di fatto aggirabile.
      Occorre impedire che lo sia.

      Vogliamo rafforzare e migliorare gli strumenti già esistenti di democrazia diretta:
      LE LEGGI DI INIZIATIVA POPOLARE (a voto parlamentare, “LIP”, 50’000 firme) devono essere discusse e votate dal Parlamento in tempi certi.

      IL “LIBRETTO INFORMATIVO” deve accompagnare ogni votazione popolare con gli argomenti per il SI e per il NO, come SERVIZIO PUBBLICO DI INFORMAZIONE.
      Occorre creare una Commissione apposita come avviene in molti altri Paesi che prevedono votazioni popolari per atti legislativi (Svizzera, California … ecc).

      Vogliamo introdurre gli strumenti di democrazia diretta mancanti:
      IL REFERENDUM OBBLIGATORIO
      (senza raccolta di firme) per le leggi che concernono i legislatori (Leggi elettorali, modifiche costituzionali … ecc.).

      IL REFERENDUM PROPOSITIVO o “Legge di iniziativa popolare a voto popolare” (500’000 firme, DDL S 1089), approvato alla camera nel 2019, deve proseguire il suo iter legislativo.

      TUTTE LE VOTAZIONI POPOLARI
      A QUORUM ZERO O LIMITATO

      Vogliamo: INFORMAZIONE LIBERA ED INDIPENDENTE
      Ed anche:
      STRUMENTI DI DEMOCRAZIA PARTECIPATIVA, ASSEMBLEE CITTADINE…ecc, per un supporto decisionale più efficace con procedimenti come la VIA e le VAS italiane o i “débat public” francesi: strumenti di informazione e dialogo che riteniamo debbano concludersi con proposte anche vincolanti, ovvero facilitare l’attivazione di strumenti di democrazia diretta con votazioni popolari.
      SISTEMA SCOLASTICO CHE PREPARI ALLA
      DEMOCRAZIA
      Educazione Civica alla democrazia ed alla partecipazione
      Ci proponiamo di :
      UNIRE I DIVERSI GRUPPI DI ATTIVISTI PER LA DEMOCRAZIA ED AIUTARLI A COOPERARE.
      = = =
      La democrazia solo rappresentativa, se non affiancata da strumenti di democrazia diretta, degenera sistematicamente nel partitismo in virtù del quale i rappresentanti non rappresentano più i cittadini ma i partiti e le loro lobby. Il “premierato” ne è una manifestazione e rafforza questa degenerazione.

      FARE IL CAMBIAMENTO

      Il documento “fare il cambiamento” redatto con l’aiuto di molti attivisti della democrazia descrive sinteticamente questi e diversi altri punti. La democrazia è un sistema complesso e non è possibile migliorarla con un solo provvedimento

      salvifico” anche se

      incisivo

      Con l’aiuto di molti gruppi di attivisti per la democrazia abbiamo raccolto una lista di “Punti per fare il cambiamento” ed abbiamo redatto dei “libretti per le votazioni” (redatti con la cooperazione dei comitati per il Si e per il No, strumenti indispensabili per l’informazione in occasione di votazioni popolari).
      In cooperazione con i diversi gruppi vogliamo: estendere la lista e realizzare i punti.


      Qui il link ai punti per “Fare il cambiamento” raccolti fino ad oggi

      Qui il link al “Libretto per le votazioni” discusso anche in Parlamento

      ADERISCI E COLLABORA

      • Questa risposta è stata modificata 3 settimane fa da portavoce.
Visualizzazione 1 filone di risposte
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.