Home Forums 2 – Strumenti di democrazia diretta. Libretto Informativo Referendum Eutanasia Legale

  • Questo topic ha 0 risposte, 1 partecipante ed è stato aggiornato l'ultima volta 2 mesi fa da Giuseppe_F.
Visualizzazione 0 filoni di risposte
  • Autore
    Post
    • #5766 Score: 0
      Giuseppe_F
      Partecipante

      Apro questo Topic per poter redigere, tutti insieme, il libretto informativo relativo al Referendum sull’Eutanasia Legale che ha raccolto quasi un milione di firme e quindi, a meno d’improbabile rigetto da parte della Corte Costituzionale, verrà attuato. Qualora la Corte dovesse rigettarlo, comunque questo Topic sarà servito per fare esperienza su come redigere un libretto informativo in stile svizzero.

      Copertina:

      Votazione popolare          DATA (ancora ignota)

      Oggetto                            Introduzione dell’Eutanasia Legale in Italia

      Pagina 2:

      PRESENTAZIONE DELL’ARGOMENTO E CONTESTO GENERALE, IN BREVE

      Il contesto:

      In Italia, il suicidio assistito, conosciuto anche col nome di eutanasia legale, è vietato dall’art. 579 del codice penale (omicidio del consenziente) il quale recita testualmente:

      “Articolo 579. Omicidio del consenziente. Chiunque cagiona la morte di un uomo, col consenso di lui è punito con la reclusione da sei a quindici anni.

      Non si applicano le aggravanti indicate nell’articolo 61.

      Si applicano le disposizioni relative all’omicidio se il fatto è commesso:

      1) contro una persona minore degli anni diciotto;

      2) contro una persona inferma di mente, o che si trova in condizione di deficienza psichica, per un’altra infermità o per l’abuso di sostanze alcooliche o stupefacenti;

      3) contro una persona il cui consenso sia stato dal colpevole estorto con violenza, minaccia o suggestione, ovvero carpito con inganno.”

      La motivazione dell’esistenza di tale articolo è da ricercarsi nella storia: infatti, l’art.579cp fu approvato dal regio decreto 19 ottobre 1930, n. 1398, comma 1. A quel tempo il capo del governo era Benito Mussolini e la dottrina dominante nel paese era il fascismo che prevedeva la sacralità della patria (famoso il motto: dio, patria e famiglia (Rif. 1)) che veniva prima della stessa famiglia e del singolo individuo. La vita di una persona, quindi, era subordinata, sussidiaria all’Italia, apparteneva al fascismo e non all’individuo e per tale motivo nessuno aveva il diritto di potersi togliere la vita (i tentativi di suicidio erano e sono ancora reato) ne farsela togliere da qualcun altro quando impossibilitato.

      91 anni dopo possiamo dire che la situazione nazionale è cambiata radicalmente. Il fascismo non è più politica di Stato, han preso piede le libertà individuali ed è per questo che si chiede agli italiani di poter modificare la legge.

      Si vuole far si che, in determinate condizioni (maggiore età, facoltà d’intendere e di volere, malattia dolorosa e senza cure attuali) certificate da un equipe di medici, il paziente sofferente ma incapace di porre fine alla sua esistenza da solo (es. pazienti tetraplegici totalmente immobili, vedi caso Welby) possa, attraverso l’aiuto di qualcuno, interrompere la propria vita (suicidio assistito) ponendo fine alle proprie sofferenze.

      Cosa e come si vota: Si o No

      Con il presente Referendum si vuole abrogare parzialmente tale articolo, precisamente si vogliono eliminare le seguenti parole “la reclusione da sei a quindici anni.”; comma 2 integralmente; comma 3 limitatamente alle seguenti parole “Si applicano”.

      Votando SI, quindi, il testo diventerebbe: «Chiunque cagiona la morte di un uomo, col consenso di lui, è punito con le disposizioni relative all’omicidio [575-577] se il fatto è commesso: contro una persona minore degli anni diciotto; Contro una persona inferma di mente, o che si trova in condizioni di deficienza psichica, per un’altra infermità o per l’abuso di sostanze alcooliche o stupefacenti; Contro una persona il cui consenso sia stato dal colpevole estorto con violenza, minaccia o suggestione, ovvero carpito con inganno [613 2]»

      Esempi in altri paesi e contesti:

      L’eutanasia legale è presente in vari paesi: “a partire dal 2002 l’eutanasia è legale solo nei tre paesi del Benelux, mentre il suicidio assistito è legale in Svizzera e negli stati di Washington, Oregon, Vermont e Montana, California degli USA; mentre l’eutanasia passiva è ammessa in India ed in una situazione legale in continua evoluzione sia in Canada che in Messico ed Australia (in Spagna sono stati entrambi depenalizzati dal 1995). In Ungheria l’eutanasia passiva è consentita se richiesta dal paziente.” (rif 2)

      1) https://www.open.online/2019/03/11/dio-patria-famiglia-la-storia-delluomo-dietro-lo-slogan-fascista/

      2) https://it.wikipedia.org/wiki/Eutanasia_nel_mondo

      • Questo topic è stato modificato 2 mesi fa da Giuseppe_F.
      • Questo topic è stato modificato 2 mesi fa da Giuseppe_F. Motivo: improvements
      • Questo topic è stato modificato 2 mesi fa da Pasqualino Allegro.
Visualizzazione 0 filoni di risposte
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.