#2636 Score: 0
Leonello Zaquini
Moderatore
105 punti

L’amico Michele, dopo l’incontro a Berna ha scritto queste considerazioni (che mi consente di condividere qui).
= = =

A seguito della discussione di oggi pomeriggio a Berna, ecco alcune mie riflessioni e proposte in riguardo all’articolo 2 del disegno di  legge dei COMITES presentato da Claudio nel 2009 in particolare i comma 2 e 3:

Premesso che

  • la legge si rivolge a tutte le comunità italiane del mondo in paesi o stati diversi per estensione, diffusione o residenza,
  • l’applicazione della legge varia da un paese all’altro,

Si rende necessario un’applicazione minima e uguale per tutti i comites:

  • sul funzionamento del consolato
  • sulle attività delle associazioni italiane
  • sul rapporto della comunità con il Consolato e le autorità locali.
  • Concretamente manca, a mio modesto parere, un metodo di lavoro o un regolamento valido per tutti i comites,  per cui va aggiunto nei comma 2 e 3, o inserito o chiaramente detto che, ad inizio di ogni anno, visto il numero degli eletti, il Comites dovrebbe fissare obbligatoriamente (per legge o regolamento):
  • 3 incontri con associazioni (attività, funzioni, richieste),  patronati …..
  • 3 incontri con i responsabili degli uffici consolari (anagrafe, passaporti, naturalizzazioni…) e un incontro con il console,
  • redige il consuntivo sul funzionamento del Consolato, sullo stato di salute e richieste delle associazioni incontrate, fa proposte o richieste  di miglioramento,
  • comunica e diffonde il consuntivo e il bilancio a tutte le associazioni ogni anno.

Gli articoli 2 e 3 del disegno di legge mi stanno benissimo ma li considero obiettivi  ideali a cui i comites dovrebbero  puntare o perseguire perché in realtà, come già sappiamo, sono molto difficili da ottenere. Anzi è proprio l’opposto che si ottiene.

Inoltre si dovrebbe istituire un organo di valutazione e di ricorso nazionale in ogni paese costituito da Ambasciatore, da un membro del CGIE,  da un eletto del Comites o un eletto da di associazioni.

Su CGIE e voto all’estero, condivido.