Home Forums 10 – FARE il cambiamento Inserire strumenti partecipativi negli statuti comunali Rispondi a: Inserire strumenti partecipativi negli statuti comunali

#5010 Score: 0
Leonello Zaquini
Moderatore
105 punti

INSERIRE STRUMENTI PARTECIPATIVI NEGLI STATUTI COMUNALI

Proponiamo che ogni cittadino possa sperimentare nel suo quotidiano la concretezza della sua partecipazione alle decisioni politiche ed amministrative della comunità in cui vive.

Riteniamo indispensabile creare strumenti partecipativi e di democrazia diretta a partire dagli enti locali. Gli strumenti di democrazia diretta possono essere:
– delibere di iniziativa popolare sia a voto popolare che consiliare.
– referendum abrogativi.
– referendum obbligatori (senza raccol
ta di firme) per delibere che comportino spese importanti e/o ricadute sui consiglieri stessi.

Gli strumenti partecipativi, possono essere:
– assemblee cittadine, volontarie o obbligatorie.
– petizioni ed interpellanze.

Le forme organizzative come anche i sistemi elettorali e decisionali devono poter essere decisi localmente.
La loro adozione e successiva sperimentazione permetterà ad altri comuni ed enti locali di estenderne l’adozione, apportando migliorie o correzioni se e quando necessario. ( Come indicato anche al punto “Federalismo”).

La libertà di adozione, a livello locale, degli strumenti di democrazia sono tipici di tutti i sistemi federali. Anche in alcuni comuni italiani sono presenti strumenti di democrazia diretta ( Trentino Alto Adige, … Vignola) o sono in corso di introduzione ( Roma)

= = =
Proposta LZ 04-03-2021
MOdifica LZ 22-03-2021 ( inserendo il caso: Roma, grassetto)