#6160 Score: 0
Leonello Zaquini
Moderatore
105 punti

Ciao Orazio,

mi fa piacere che concetto di “aumentare il tasso di democrazia” ti risulti comprensibile.

Da parte mia mi pare di capire che sei giustamente indignato per il fatto che venga chiamata “democrazia” un sistema che lo e’ molto poco, ed anzi e’ principalmente un Imbroglio, dato che si tratta di una “oligarchia mascherata da forme democratiche”.

Anche su questo siamo d’accordo.

Quello che non capisco ( e non e’ la prima volta che constato la difficolta’ nel capire) e’: cosa proponi di fare.

= = =
Per quanto mi roguarda e ci riguarda ( non sono solo in questo) e’, in grande sintesi:

– Aumentare il “tasso di democrazia”, soprattutto rafforzando gli strumenti di demorazia diretta e quindi riducendo il monopolio del potere legislativo detenuto da chi e’ stato eletto.

E questo permetterà di:

– ridurre il tasso di oligarchia nei sistemi decisionali.

Occorre rendersi conto che la degenerazione della democrazia in oligarchia e’ fortemente voluta dalle lobby di potere economico.
Dal punto di vista dei lobbisti, forzare la volontà di pochi e’ piu’ semplice che non forzare la volonta’ di molti.

Occorre comunque tenere presente che , quando vi sono costretti, i lobbisti non si trattengo dal fare anche quello: forzare la volontà della collettività intera. Anche la democrazia diretta risente di questo inconveniente. Ma esistono  strumenti per correggere questo puto debole presente anche nel caso della democrazia diretta: il “libretto delle votazioni”.

Siccome tra poche settimane ci sara’ una votazione popolare su 5 temi, stiamo lavorando per la redazione di questo strumento di informazione che in Italia ancora non esiste:

Indicazioni per la redazione del “Libretto delle votazioni”, detto anche “Opuscolo informativo”