Home Forums 10 – FARE il cambiamento Semplificazione raccolta firme (denuncia ONU) Rispondi a: Semplificazione raccolta firme (denuncia ONU)

#5561 Score: 0
Leonello Zaquini
Moderatore
105 punti

Atre considerazioni:

Certo una piattaforma pubblica sarebbe piu’ opportuna che non una privata.
Suggerisco:
– proporre che partecipa.gov.it consenta la raccolta di firme.
===
Per usare SPID occorre essere registrati .

Siccome non lo e’ ancora nessuno, usare SPID equivarrebbe a : non riuscire a raccogliere firme.

Suggerisco:
– propagandare l’ uso di SPID .
E intanto :
– usare altro anche se con difetti : privato … con richiesta e-mail … ed altri difetti (anche da scoprire ) .

Ma soprattutto penso che occorra :
– che la raccolta firme ” eutanasia ” riesca.

Se non riuscisse sarebbe vantaggioso per gli oppositori al metodo .
Quindi ritengo prioritario:
– aiutare a raccogliere le firme

= = =
Inoltre, un altra considerazione:
non mi e’ chiaro come la “certificazione” della firma possa essere fatta solo mediante indirizzi e-mail e mi pare impossibile che lo si possa fare:

– gli indirizzi e-mail non consentono di appurare se chi “firma” ha il diritto di firmare o meno.
– molti dispongono di molti indrizzi e-mail: potrebbero formare piu’ volte.
– chiunque fosse in possesso di uno o diversi dei miei indirizzi e-mail potrebbe firmare a nome mio. Verrebbero annullate solo le firme di quelli che, ricevendo il messaggio di “firma avvenuta”, protestassero: “io non ho firmato” ma sarebbe di certo una minoranza … .

= = =
Non so come avvenga ( tecnicamente) il controllo mediante SPID, ma presumo sia meno impreciso / generico.

Resterebbe il problema pratico che occorre essere registrati.
Dice bene la Dadone: affiancare i due metodi SPID + tradizionale ( in prospettiva: il primo da estendere il secondo da superare, consentendo il tempo necessario alla transizione).

= = =
Altro problema: non so come potrebbero essere controllati i controllori sia di SPID, ed ancor meno del privato. Ne’ se e come sia previsto quel controllo.