Home Forums 10 – FARE il cambiamento Sistema del VOTO DUALE (studio dell’applicazione) Rispondi a: Sistema del VOTO DUALE (studio dell’applicazione)

#5050 Score: 0
Emanuele Nusca
Spettatore
1 punto

Caro Nicola,
Grazie dei tuoi apprezzamenti, considerazioni e consigli, ai quali vado a rispondere.
______________
Sul “prima o poi il RIMANDO non può più essere applicato”
Sebbene comprenda il tuo umano e pratico punto di vista e potrei concordare per “correttezza politica” (=menzogna), ti dico che non sono coscenzialmente d’accordo perché il tempo non è mai stato dimostrato come finito, quindi qualsiasi scelta può essere rimandata all’infinito per davvero, ovvero è e resta sempre una opzione!
Tuttavia, nella pratica, il rimando è solo una delle opzioni, NON UNA CERTEZZA DI VOTO o un imperativo!
E’ una opzione che comunque DEVE ESSERE VOTATA, ovvero scelta, per diventare effettiva!
Quindi ha le stesse probabilità delle altre, né più né meno di essere scelta.
Inoltre è probabile che dopo averla votato e applicato il rimando una o più volte, per quel problema si possa trovare magari una nuova opzione, oppure ad una successiva votazione, esca vincitrice una delle due opzioni che non siano il rimando!
_____________________
Sulla LIP e/o Referendum

Il mio obbiettivo primario per ora è far conoscere e comprendere la validità del metodo a quanti più Terrestri possibile, perché sono loro che devono recepirlo e comprendere che è un sistema valido e dai risultati molto più chiari, puliti e onesti di qualsiasi altro sistema di voto, che in un modo o nell’altro “infrascano” sia il dibattito che i risultati con orpelli inutili e disperdenti, come posso ben spiegare, oltre quello che è già scritto nel manuale che esorto comunque e sempre a leggere interamente.

Il mio obiettivo non è quindi proporre alcuna Legge di Iniziativa Popolare, per i motivi che ti vado ad elencare:
1) una legge in questo sistema, anche di iniziativa popolare, sarebbe sempre IMPOSTA dai presunti rappresentanti (mezzo milione) a tutti gli altri (70 milioni) e questo è contro il mio spirito,  il mio fare e la mia consapevolezza.

2) ancor più importante è il fatto che SE IL POPOLO NON LO RECEPISCE per i suoi mille motivi che conosco benissimo (tra cui i maggiori sono paura, ignoranza, opportunismo, lassismo, disinteresse, collusione…), figurati come lo recepirebbe il parlamento!
Quanta fatica dovrei fare per raccogliere mezzo milione di firme con il 99.9% di possibilità di essere cestinate? Chi me lo fa fare???
Ho scelto quindi di puntare le mie fiches su altri numeri, piuttosto che il 37! 😉

TUTTAVIA, proprio perché il metodo è di fatto una pubblica conoscenza, CHIUNQUE, te incluso potrà farsi carico di proporre una LIP ove si proponga alla corporazione Italia l’uso di questo metodo al posto degli attuali e io sarei il primo firmatario e divulgherei anche le cosa con estremo piacere, aiutando il processo e la definizione della LIP (che da solo non credo sarei comunque in grado di redigere, anche se ne avessi l’interesse), ma la mia parte finirebbe li.
____

Grazie per i commenti, resto a disposizione per qualsiasi altro confronto.

P.S: per l’applicazione del metodo sul sistema attuale “senza passare dal via” ho un altro asso nella manica che ancora deve essere conosciuto, sebbene anch’esso già rivelato da anni, come LSP… prima però dobbiamo familiarizzare col voto duale per benino e comprenderlo nel profondo… abbi ancora un po’ di pazienza e perseveranza, manca pochissimo…  😉