#2866 Score: 0
Leonello Zaquini
Moderatore
105 punti

Caro Nicola,

La tua proposta a me andrebbe bene, ma il comitato del NO della Toscana, suggeriva il testo che ho riferito al messaggio 2859.

dopo avere eliminato le parti piu’ “polemiche” (ed i nomi … ecc ecc) e’ rimasto un argomento proposto dal quel comitato che effettivamente non mi pare sia presente (quanto meno non lo e’ in modo esplicito) nella parte rimanente del testo.

Mi riferisco alla parte: “un rafforzamento dell’esecutivo, ai danni del legislativo “.

Se mi permetti fonderei la tua versione integrando quelle parole e quel concetto.
Per esempio nel modo seguente:


Con il SI, favorite tendenze negative già presenti.
In un Parlamento eletto senza preferenze e controllato dai capi-partito, il numero dei parlamentari è relativamente secondario .
Ma riteniamo che la riduzione potrà favorire tendenze negative già presenti, come il rafforzamento dell’esecutivo ai danni del legislativo, e manifestatesi anche in precedenti proposte di modifica della Costituzione, rifiutate dai cittadini. Il voto SI rafforzerebbe : il partitismo, l’influenza delle lobby, la distanza dei rappresentanti dai cittadini e la difficoltà dei cittadini di esprimersi ed incidere.
Invitiamo a votare NO per riaffermare il ruolo dei parlamentari come rappresentanti dei cittadini ed in continuo contatto con gli elettori, come previsto dalla Costituzione”.
= = =

Ritengo che l’esplicitare la tendenza ed il pericolo del “rafforzamento dell’esecutivo ai danni del legislativo” (anche se implicitamente gia presente nel testo, a me pare) potrebbe essere positivo, oltre al fatto anche positivo di dare ascolto al suggerimento dei membri di un conitato per il NO.

Che ne dici?